ESCLUSIVA TE - Belli: "Daremo tutto per conquistare sul campo quello che ci spetta"

15.11.2018 18:45 di Andrea Piras Twitter:   articolo letto 210 volte
ESCLUSIVA TE - Belli: "Daremo tutto per conquistare sul campo quello che ci spetta"

Una sua conclusione dalla distanza ha permesso ai Diavoli Neri di portare a casa il risultato a Pontedera. Francesco Belli non è solo un ottimo incursore di fascia ma si sta rivelando prezioso anche in zona gol. La rete del "Mannucci" è già la seconda in stagione dopo l'1-0 momentaneo contro il Siena in Coppa Italia. Per fare il punto della situazione, TuttoEntella.com ha avuto il piacere di contattare in esclusiva il difensore biancoceleste.

Francesco, a Pontedera secondo gol stagionale. Ormai ci hai preso gusto.
"Quest'anno ne ho già fatti due. Non mi era mai capitato in questi anni all'Entella e sono molto contento. Speriamo di non fermarci qui e di farne quale altro".

Finalmente l'Entella è tornata in campo.
"Ovviamente è andata a finire come tutti non volevano però volevamo che finisse. D'altronde dobbiamo giocare in questo campionato e noi dobbiamo mettere tutto per conquistare sul campo quello che ci spetta. Penso però che l'inizio sia stato quello di una squadra molto forte perchè venire da un periodo di inattività di tre mesi e vincere quattro partite è importante. Allo stesso tempo non abbiamo fatto nulla perchè adesso viene il difficile con tanta partite ravvicinate che dobbiamo affrontare come quelle precedenti".

Quanta rabbia c'era in quello che avete messo in campo?
"In questi mesi in cui siamo stati fermi abbiamo accumulato tanta rabbia perchè non è mai facile non poter giocare per delle situazioni che non ci riguardavano direttamente. C'era stata questa sentenza che diceva che dovevamo giocare in B ma purtroppo non è mai stata messa in pratica. Noi ci allenavamo con la consapevolezza di farci trovare pronti una volta che ci sarebbe stato il via libera al di là di categoria e penso che questo si sia visto".

Ora ci saranno da recuperare tante partite ma la rosa è comunque ampia.
"Non è mai facile affrontare tanta partite che ci aspettano in così pochi giorni però la rosa, hai detto bene, è molto lunga e il mister può effettuare tanti cambi perchè siamo 25 giocatori molto forti. In questo il mister è avvantaggiato".

Com'è mister Boscaglia?
"Il mister in allenamento è molto esigente come giusto che sia. Ci sprona ogni volta a dare il massimo perchè quello che ci si prospetta per noi è un campionato molto difficile. Ripeto, avremo tante partite ravvicinate e questa sarà una difficoltà in più che avremo noi anche perchè è già difficile vincere i campionati, nella situazione in cui siamo capitati noi ancora di più. Lui ci tiene sempre concentrati e dobbiamo affrontare partita dopo partita come se fosse una finale".

Domenica arriverà l'Alessandria. Che gara sarà?
"Da quello che abbiamo potuto vedere in Serie C, è che tutte le partite sono difficili perchè comunque le squadre si chiudono bene lasciandoci di più il pallino del gioco a noi per poi ripartire e farci male. L'Alessandria è un'ottima squadra ma noi dobbiamo essere concentrati come sempre ed essere consapevoli di affrontare una buona squadra. Serve attenzione ma se metteremo in campo la cattiveria delle ultime uscite sarà una bella partita".

Quanto è difficile recitare il ruolo della squadra da battere?
"Deve essere uno stimolo per noi perchè sappiamo che quando scenderemo in campo tutti ci temeranno e giustamente faranno la loro partita 'sporca' chiudendosi per ripartire. Noi non dobbiamo mai commettere l'errore di scendere in campo pensando di aver vinto perchè magari sulla carta siamo favoriti. Dobbiamo avere l'umiltà di essere compatti e di dimostrare sul campo il nostro valore".

Chi può essere l'avversario numero uno nella lotta alla promozione?
"Ancora non abbiamo affrontato molte partite. Se dovessi vedere la classifica direi il Piacenza, la Carrarese e l'Arezzo. Sono squadre che in questo momento hanno dimostrato continuità di rendimento. Se vai però ad analizzare le altre formazioni, ci sono anche Pro Vercelli, Novara e Siena anahce se le ultime due sono attardate in classifica perchè anche loro hanno avuto difficoltà come noi. Secondo me alla lunga faranno parte della lotta per la vittoria finale, come anche il Pisa che è stata l'unica che abbiamo affrontato".

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM