ESCLUSIVA TE - Ceccarelli: "Contro l'Empoli con la cattiveria giusta, cinque risultati utili di fila importanti per l'autostima"

 di Andrea Piras Twitter:   articolo letto 125 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
ESCLUSIVA TE - Ceccarelli: "Contro l'Empoli con la cattiveria giusta, cinque risultati utili di fila importanti per l'autostima"

Cinque risultati utili consecutivi, 297 minuti di imbattibilità. L’Entella ha trovato la sua quadratura dopo un inizio di campionato difficile. In vista del prossimo turno di campionato contro l’Empoli, e per tre un punto della situazione sulla stagione, TuttoEntella.com ha avuto il piacere di contattare in esclusiva il difensore Luca Ceccarelli:

Ceccarelli, possiamo dire che la quadratura del cerchio è stata trovata?
“Dopo un inizio negativo, dove erano venuti alla luce un po’ di diffetti anche se si sa che il calcio d’agosto conta relativamente, dovevamo formare il gruppo. Anche se molti giocatori sono rimasti dopo la stagione scorsa, sono arrivati nuovi giocatori e un allenatore nuovo. La prima partita, che è andata oltre i nostri demeriti, è stata una mazzata forte che ci ha fatto crescere e siamo arrivati a realizzare cinque risultati utili di fila importanti per l’autostima”.

Porta inviolata da quasi 300 minuti. Possiamo dire che è tornata l’Entella solida degli anni passati?
“Parlo per esperienza personale, siamo stati bravi ad avere un equilibrio di squadre e tenere la porta inviolata rappresenta un punto di partenza importante per i risultati. Abbiamo lavorato anche per questo. Ma il fatto di essere più equilibrati non è merito solo dei difensori ma del fatto che tutta la squadra si muove bene. Credo che siamo cresciuti anche in questo”.

Gruppo sempre più unito?
“E’ un ottimo gruppo perché dal gennaio scorso a quest’anno, con la partenza di Caputo, abbiamo perso giocatori importanti che in questi anni sono stati protagonisti nel creare armonia all’interno della squadra. E’ chiaro che quando si va a cambiare tanto, c’è sempre da essere a disposizione di chi arriva. I nuovi arrivati, sia nei momenti di difficoltà che ora, hanno sempre cercato il bene dell’Entella, hanno cercato di inserirsi in maniera veloce e ora possiamo dire che stiamo creando un gruppo di lavoro importante, aspetto a cui tiene molto anche la società. Abbiamo raddrizzato subito la barca e i tanti ragazzi che sono arrivati si sono calati nella giusta mentalità”.

Lunedì ci sarà l’Empoli che gara si aspetta?
“Sarà una gara assolutamente difficile perchè l’Empoli l’anno scoro meritava la Serie A, ha preso giocatori importanti per la categoria e vorrà fare un campionato di vertice. Lo sbaglio da non compiere è sottovalutare, anche inconsciamente, la gara solo perché veniamo da una striscia di risultati positivi. Dobbiamo avere la cattiveria giusta che ci siamo portati dietro dopo la sconfitta con il Perugia”.

Come si ferma Caputo?
“Penso sia difficile da fermare, non solo per noi ma per tutti i difensori. Quest’anno ha raggiunto la consapevolezza e la maturità che gli dà molta autostima. Lo conosco e credo che quest’anno sia fra i primi tre attaccanti della Serie B. Dopo di che, domani non ci sarà solo lui ma anche un altro giocatore in attacco con cui si trova bene che è Donnarumma. Dobbiamo stare attenti perché lo conosciamo ma il problema è che lui conosce anche noi quindi si azzera tutto. Sia lui che noi giocheremo sui rispettivi difetti, sarà una partita complessa ma sarà un piacere rivederlo perché è stato un giocatore importante per l’Entella e per noi”.

Empoli, Parma, Cremonese, Palermo. Quattro partite per capire dove può arrivare questa Entella?
“Si perché sono quattro partite contro quattro squadre blasonate che sono partite per fare un campionato di vertice. Per noi sarà uno scoglio durissimo che dimostrerà dove siamo arrivati in quel momento e dove possiamo arrivare. Se la squadra riuscisse a passare bene queste gare, potrebbe trovare un’iniezione di fiducia per finire il girone con entusiasmo. Noi pensiamo gara per gara”.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM