ESCLUSIVA TE - Ceccarelli: "Ieri bravi a mantenere la porta inviolata. A Ferrara banco di prova"

13.09.2016 14:40 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TE - Ceccarelli: "Ieri bravi a mantenere la porta inviolata. A Ferrara banco di prova"

Da un anno guida la retroguardia biancoceleste dando esperienza e qualità. Facciamo riferimento a Luca Ceccarelli, centrale dei Diavoli Neri, che abbiamo contattato in esclusiva per commentare questo avvio di campionato.

Ceccarelli, ieri è arrivato un pareggio contro il Pisa. Punto guadagnato o due punti persi?
"Credo che sia una vita di mezzo. E' chiaro che si scende in campo, soprattutto in casa, per vincere però credo che il pareggio alla fine sia il risultato più giusto per la partita di ieri sera. Il Pisa è venuto a Chiavari a fare una partita gagliarda con le armi che il suo allenatore trasmette. I nerazzurri hanno fatto una gara di carattere. Ci hanno creato qualche grattacapo, ma noi siamo stati bravi e fortunati a mantenere la porta inviolata. Abbiamo avuto anche noi le nostre occasioni che magari con un pizzico in più di cattiveria potevamo realizzare".

In questo 2016 siete imbattuti in casa.
"Per noi è un fattore fondamentale. Lo abbiamo dimostrato l'anno scorso, dove abbiamo perso solo con Cagliari e Crotone, due formazioni che poi sono andate in Serie A direttamente, anche se le prestazioni c'erano state. E' la dimostrazione che in casa ci sentiamo forti perchè è il nostro campo ed è giusto che sia così. E' un campo sintetico, un po' più piccolo rispetto agli altri. Deve essere la nostra forza come l'anno scorso dove abbiamo contuistato il maggior numero di punti in casa. Ecco perchè il punto di ieri sera è importante perchè soprattutto non si è perso. Ora abbiamo 4 punti, ma abbiamo fatto buone prestazioni e ieri sera siamo stati bravi a calarci nella realtà della partita rispondendo colpo su colpo al Pisa".

In questo inizio di stagione, fra campionato e Coppa Italia, non avete mai subito gol in casa. Difesa collaudata?
"Alla fine è un discorso di squadra. E' importante l'equilibrio che una squadra ha e quando si riesce a fare quello a cui ci prepariamo in settimana ci rende forti a livello difensivo. Tutto parte dagli attaccanti che fanno un lavoro eccezionale in fase di non posseso. I meriti vanno divisi per tutti gli elementi del gruppo e siamo contenti di questo".

Com'è mister Breda?
"Siamo ancora in una fase dove stiamo imparando e cercando di capire quello che vuole da noi. Stiamo allo stesso tempo cercando di conoscerlo perchè lui è entrato in un gruppo confermato. E' stato molto intelligente perchè si è messo a disposizione, è una persona che cerca il dialogo e quando si fa così si può anche capire dove si può andare a migliorare. Da parte nostra poi dobbiamo capire al 100% quello che vuole da noi. Rispetto all'anno scorso, il mister può avere idee diverse e noi dobbiamo capirle e applicarle al 100% in campo. E' un allenatore intelligente, ripeto, perchè dal primo giorno si è posto nella maniera giusta".

Sabato si va a far visita alla Spal.
"Sarà una gara difficile. Anche loro sono partiti bene, sono un gruppo che ha entusiasmo. Hanno vinto un campionato di Lega Pro, si conscono bene e in questa fase magari partono avvantaggiati rispetto ad altre formazioni che hanno cambiato. Hanno inoltre aggiunto giocatori di categoria e penso che anche loro in casa vorranno fare il loro campionato. Sarà un banco di prova, vista anche la sconfitta a Frosinone, dove vogliamo portare via punti. Dobbiamo recuperare bene perchè rispetto a loro abbiamo due giorni in meno di preparazione".

Quella di Ferrara sarà la prima di un filotto dove ci saranno tre gare in una settimana.
"Si torna al discorso di prima. Ci possiamo arrivare bene se facciamo le cose come si deve, se ci riposiamo nella maniera giusta. Arriviamo in un momento dove, ad inizio stagione, tutte le squadre non sono al top. Noi però dobbiamo metterci nella testa che in queste tre gare dobbiamo fare più punti possibili per prendere una classifica tranquilla e magari ambiziosa. Non dimentichiamo che se ieri avessimo vinto saremmo stati terzi. Non conta niete perchè siamo ad inizio stagione, ma meglio stare in alto che in basso. Dobbiamo preparare queste tre gare nel migliore dei modi, magari coinvolgendo tutti gli elementi della rosa perchè abbiamo sempre bisogno di tutti".

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM