ESCLUSIVA TE - Filippini: "Il Carpi non molla niente. Dare continuità al punto di Perugia"

23.02.2017 18:00 di Andrea Piras Twitter:   articolo letto 269 volte
ESCLUSIVA TE - Filippini: "Il Carpi non molla niente. Dare continuità al punto di Perugia"

Nuova freccia a sinistra nell'arco di Roberto Breda. Lorenzo Filippini è arrivato nel mercato di gennaio al posto del partente Cheick Keita e avrà il compito di mettere in difficoltà il tecnico biancoceleste. Per parlare del momento dei Diavoli NeriTuttoEntella.com ha avuto il piacere di intervistare in esclusiva il giovane terzino romano.

Lorenzo, intanto come procede l'ambientamento a Chiavari?
"Mi trovo benissimo. La città è a misura d'uomo, si vive benissimo e io mi sto ambientando molto bene. Per ora sta andando tutto positivamente".

Il gruppo come ti ha accolto?
"I ragazzi sono stati molto disponibili fin da subito. Si vede che c'è un gruppo consolidato. Mi hanno accolto benissimo e facilitato il mio inserimento. Poi anche nell'insegnamento delle cose di campo sono stati molto disponibili".

C'è un compagno in particolare che ti dà dei consigli?
"Sicuramente i compagni più esperti come Troiano, Ceccarelli e Pellizzer mi danno molti consigli. Però diciamo che è sempre il mister che mi dà i dettami tattici, poi i compagni più esperti, ripeto, mi danno una mano".

Sabato scorso a Perugia l'esordio dal primo minuto in un pareggio che sudato ma meritato.
"Sinceramente la nostra partita in quel di Perugia è stata una gara di rivalsa caratteriale e a livello di approccio. La sfida con la SPAL purtroppo è come se non l'avessimo giocata e avevamo dunque voglia di rifarci e lo abbiamo fatto vedere a livello di carattere. Poi Perugia è un campo difficile contro una squadra che sta facendo un grande campionato. Noi abbiamo strappato un punto a cui però dobbiamo dare continuità".

Adesso a Chiavari arriva il Carpi. Che gara ti aspetti?
"Sicuramente sarà una gara difficile. Il Carpi è una squadra che ti fa giocare male, che sta interpretando bene il campionato e che non molla niente. Noi dobbiamo essere consapevoli che giochiamo in casa e che dobbiamo fare la nostra prestazione per dare continuità di risultati".

La concorrenza a sinistra non manca. Pronto a mettere in difficoltà il mister?
"Sinceramente non sono mai stato in una squadra dove non ci sia concorrenza. Sono arrivato qua per mettere in difficoltà il mister. Ora sabato la scelta toccherà a lui. La concorrenza fa bene perchè aiuta tutti a dare il massimo, poi, ripeto, le scelte definitive le fa il mister".

Diamo uno sguardo anche al campionato della Lazio, squadra che detiene il tuo cartellino. Pensi che la formazione biancoceleste possa giocarsi le sue carte per arrivare in Europa?
"Logicamente io la guardo da distaccato perchè ovviamente sono un giocatore dell'Entella, ci mancherebbe. Però conosco sia il mister che l'ambiente. Quest'anno c'è un gruppo pronto e praparato e penso che se la giocheranno fino alla fine perchè se lo stanno meritando a livello di prestazioni".

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM