ESCLUSIVA TE - M. De Luca: "A Pisa non sarà facile ma noi vogliamo i tre punti"

05.12.2019 19:10 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TE - M. De Luca: "A Pisa non sarà facile ma noi vogliamo i tre punti"

Tre punti importanti. La vittoria di domenica scorsa sulla Juve Stabia ha interrotto un digiuno che in casa Entella durava dal match interno contro il Cosenza ed è servita per tenere lontano una diretta concorrente alla salvezza. Il match del Comunale ha visto dal primo minuto l'impiego dal primo minuto di Manuel De Luca. "Siamo felicissimi della vittoria perchè era tanto tempo - ha detto ai nostri taccuini l'attaccante biancoceleste - che ci mancava in casa davanti ai nostri tifosi. La B è imprevedibile. Perchè vinci e lotti per playoff poi magari perdi e lotti per playout. Era fondamentale vincere e l'abbiamo fatto".

Domenica si va a Pisa. Che gara sarà?
"Sarà una partita difficilissima. A Pisa non è facile vincere ma noi andremo là con la bava alla bocca perchè vogliamo portare a casa i tre punti".

E magari trovare il primo gol in biancoceleste?
"Esatto, sarebbe il top".

Quanto ti manca la rete, tu che ci sei andato vicinissimo col Pordenone?
"E' da tanto che cerco il gol, con il Pordenone sono stato sfortunato, con i due pali colpiti, mentre contro la Juve Stabia ho creato alcune occasioni importanti. L'importante è creare le occasioni, poi il gol arriverà. Per un attaccante ci sono periodi così, ci sono momenti dove la palla entra in rete e altri dove non è così".

Come è stato il tuo inserimento all'interno del gruppo?
"Ho trovato un gruppo fantastico, con tanti giovani e bravi ragazzi che sono sempre disposti ad aiutarti. Mi sono integrato bene perché sono tutti disponibili e la società è ambiziosa e solida".

Sei al tuo primo campionato di B. Come è stato l'impatto con questo torneo?
"L'impatto è stato bello perchè per me vuol dire tanto. E' uno step successivo per la mia crescita. L'ho desiderato tanto anno scorso in C, dove ho fatto molto bene".

Che differenze ci sono con la C?
"Sono due campionati diversi. C'è più cattiveria, trovi campi e atmosfere belle, come per esempio a Salerno o come troveremo a Pisa domenica. Ecco perchè dobbiamo tirare fuori qualcosa in più".

In attacco c'è tanta concorrenza.
"Per il mister, se trova competizione e concorrenza in tutti i reparti, è più bello. Io la preferisco perché così so che non ho il posto assicurato e do di più in allenamento e in partita".

Dove può arrivare questa Entella?
"Può arrivare lontano e credo che ognuno di noi può togliersi delle soddisfazioni se noi affrontiamo le partite come domenica. Nelle ultime, prima della Juve Stabia, è mancata quella cattiveria agonistica ma ora dobbiamo continuare su questa strada. Poi, ripeto, questo campionato è imprevedibile con una vittoria sei in alto e con una sconfitta ti ritrovi a invischiato nella lotta playout".

Tu che sei di proprietà del Toro, ci pensi ad un ritorno in granata?
"Io penso solo ad allenarmi e a far bene poi quello che succede si vedrà. Io penso solo a dare il massimo, sono ambizioso e la voglia di arrivare in A c'è in futuro. Però in questo momento penso solo a fare bene qua".