ESCLUSIVA TE - Matteazzi: "Ad Ascoli per l'impresa sportiva, i tifosi si preparano all'esodo"

28.05.2018 19:10 di Andrea Piras Twitter:   articolo letto 322 volte
ESCLUSIVA TE - Matteazzi: "Ad Ascoli per l'impresa sportiva, i tifosi si preparano all'esodo"

Una partita che vale una stagione. Giovedì sera i Diavoli Neri scenderanno in campo al "Del Duca" di Ascoli contro i bianconeri di Cosmi. Si parte dallo 0-0 del Comunale e i ragazzi di Volpe per mantenere la categoria dovranno vincere e basta. Per presentare il match, TuttoEntella.com ha avuto il piacere di contattare in esclusiva il direttore generale Matteo Matteazzi.

Direttore, dopo Salerno è arrivato Gennaro Volpe in panchina. Cosa ha portato all'interno dello spogliatoio?
"Ha portato quello che forse, in parte, è mancato in questi 20 mesi in cui Gennaro Volpe non è stato nello spogliatoio dell'Entella. Quello che ha dentro Volpe probabilmente è una cosa che hanno pochi giocatori, compreso l'amore per l'Entella e la sua totale dedizione lo ha portato ad accettare questo incarico. L'importanza di Volpe per l'Entella e per il nostro spogliatoio è fondamentale. La sua grinta, la sua determinazione, la sua voglia di affrontare le cose di petto e senza paura sono tutti valori fondamentali per il nostro futuro".

Adesso serve l'impresa ad Ascoli?
"Sì. E' un'impresa sportiva. Secondo me ci sono i presupposti, anche razionalmente, per tentare di vincere e riuscirci. Sarà una partita difficile. Ci sarà un impatto emotivo con il pubblico di Ascoli. Non mi sorprenderei se i bianconeri tentassero una partenza forte, perchè lo ha fatto spesso nella regular season. A noi addirittura ha segnato nei primi minuti. Pensando al pubblico, alle caratteristiche dell'Ascoli si potrebbe pensare ad una partenza forte. Bisogna sicuramente iniziare bene la gara, non aver paura e senza farsi condizionare dall'ambiente. Dopo ci sarà da giocarsi la partita nei 95 minuti".

Ci possono essere delle analogie con la gara di Novara?
"C'è qualche analogia ma anche delle diversità. Il Novara mi sembrava in una situazione un po' particolare, con una vittoria avrebbe avuto qualche chance di salvezza e quindi in uno stato un po' così di indecisione su quale sarebbe dovuta essere la strategia da adottare. Io credo che l'Ascoli non si sbilancerà mai più di tanto, nonostante cercherà legittimamente di vincere. E' ovvio che passare in vantaggio per loro, a livello psicologico, potrebbe essere fondamentale ma in una gara così sicuramente fino alla fine ci sarà da giocare perchè gli aspetti psicologici derivanti dagli episodi saranno fondamentali".

Come ha visto i ragazzi?
"Bene perchè ovviamente la partita dell'andata ha comportato un dispendio di energie notevoli dal punto di vista mentale e fisica. Nelle prime quarantotto ore i ragazzi hanno smaltito questo carico e da un paio di giorni stanno iniziando ad alzare la temperatura. Sono gare delicate e vedo che anche Volpe modula la settimane in modo da arrivare gradatamente alla temperatura ideale perchè non bisogna sprecare energie".

La città ci crede.
"La città si è riavvicinata in questa partite, fattore fondamentale per noi. Ora stiamo organizzando la trasferta di Ascoli, nonostante il settore è abbastanza limitato. Sarà attiguo alla curva nord dell'Ascoli ma ovviamente ci sono tutti i parametri di sicurezza per poter andare tranquillamente. I tifosi stanno lavorando su quattro pullman quindi facendo due conti ci sarà un afflusso simile a quello di Novara".

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM