ESCLUSIVA TE - Paolucci: "Entella come una famiglia, c'è unità di intenti"

24.08.2018 14:48 di Andrea Piras Twitter:   articolo letto 276 volte
© foto di Federico Gaetano
ESCLUSIVA TE - Paolucci: "Entella come una famiglia, c'è unità di intenti"

Esperienza per il centrocampo biancoceleste. Andrea Paolucci è arrivato dalla Ternana a titolo definitivo nella finestra estiva di calciomercato. Per fare il punto della situazione in casa Entella e per conoscere le sue prime impressioni, TuttoEntella.com ha avuto il piacere di contattare il giocare in esclusiva.

Paolucci, come è stato l’impatto con la realtà Entella?
"Molto positivo. Si vede che è una realtà solida, una famiglia. Mi sono trovato subito bene".

Come è nata la trattativa che l’ha portata a Chiavari?
"C’era questo interessamento ed io ho dato il mio benestare quando ho saputo della trattativa perché so che è una realtà già ben avviata nel calcio. Ce ne sono poche società solide come l’Entella. Prima ero a Cittadella, e come realtà ci siamo, volevo sposare questo progetto. C’è unita d’intenti".

Come si è integrato col gruppo?
"Sicuramente, grazie ai compagni che c’erano già, molto bene. Se noi nuovi ci siamo integrati bene è metti dei compagni e dello staff. L’amalgama è sempre più forte, stiamo lavorando tanto e bene".

Com’è mister Boscaglia?
"Il mister è un lavoratore e si vede che ha degli obiettivi e ce li sta trasmettendo. Noi cerchiamo di seguirlo al massimo perchè è una persona che nel calcio è navigata e preparata. Remiamo tutti dalla stessa parte per fare campionato importante".

Che idea si è fatto sul campionato di C?
"E’ una situazione spiacevole perche si vanno a toccare diversi punti. A volte fa male sentire delle ingiustizie, purtroppo però la situazione è questa. Noi da giocatori non possiamo fare altro che prepararci fisicamente e mentalmente al prossimo campionato, qualsiasi sia. Dobbiamo avere la forza di lasciare fuori le cose extra-calcistiche sapendo comunque che non sono situazioni piacevoli".

Ci sono tanti giovani interessanti in squadra. Quanto è importante il ruolo di un giocatore d’esperienza come lei?
"I giovani sono risorse fondamentali nelle rose. Noi giocatori d’esperienza dobbiamo cercare di farli esprimere al massimo facendoli sentire importanti ma anche aiutandoli a lavorare nel modo giusto. Per noi è importante ed è uno stimolo perchè se un giovane fa la differenza ne gioviamo tutti".

Obiettivo ritorno immediato in B.
"Sì, sicuramente. Quello è il nostro obiettivo primario. Abbiamo la qualità per risalire subito e dobbiamo farlo immediatamente perchè questa realtà lo merita".

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM