ESCLUSIVA TE - Paolucci: "Siamo una grande famiglia: remiamo tutti verso un unico obiettivo"

30.04.2019 19:15 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
ESCLUSIVA TE - Paolucci: "Siamo una grande famiglia: remiamo tutti verso un unico obiettivo"

Il perno del centrocampo. Il metronomo che dà le giuste geometrie e che quando è mancato si è sentito. E' Andrea Paolucci che, al primo anno a Chiavari, ha dimostrato di sapersi inserire al meglio nella scacchiera di mister Boscaglia. Il centrocampista biancoceleste ci ha raccontato il rush finale e presentato la fondamentale partita di sabato contro la Carrarese.

Sabato è arrivato un successo importante contro la Juve per rimanere in scia del Piacenza.
"Bisognava dare un segnale e penso che lo abbiamo fatto in modo importante. Noi siamo concentrati unicamente alla partita di sabato e abbiamo dimostrato che remiamo tutti verso un unico obiettivo. Dopo sabato poi tireremo le somme".

Quella di Piacenza poteva segnare una svolta e invece si è tramutata in una beffa.
"Purtroppo in queste gare gli episodi sono fondamentali e noi da quel punto di vista siamo mancati perché la partita è stata fatta, abbiamo avuto un ottimo atteggiamento. Dobbiamo però guardare avanti, come fatto con la Juve U23 e come dobbiamo fare ora: ovvero, racimolare energia da mettere in campo".

Adesso con la Carrarese con che spirito?
"Ci vuole un’energia in più ma soprattutto dare tutti noi stessi perché sappiamo che questa è una finale. Non lasceremo niente al caso ma arriviamo a questa gara con la stessa forza delle ultime sfide disputate".

Il gruppo ha dimostrato di essere più forte delle avversità. Quanto credete al nuovo sorpasso?
"Noi abbiamo fatto un campionato ai limiti del normale e questo gruppo ha dimostrato, non solo in questa occasione ma anche in passato, di avere una forza importante. Non si fanno questi punti per caso e questa forza che ci ha contraddistinto la porteremo in campo contro la Carrarese".

E cosa vi dice il mister per tenervi sulla corda?
"Il mister è veramente importante perchè ci fa remare sempre nella direzione giusta e quindi evidenzia i nostri pregi e ci dice che abbiamo da dare ancora tanto. Ci crediamo sia noi che lui".

Sabato si giocherà con un orecchio anche a Siena.
"Secondo me sarebbe un errore guardare ciò che accade a Siena. E' vero c’è bisogno di un risultato favorevole dalla Toscana perchè noi dobbiamo vincere e il Piacenza no, ma la cosa fondamentale sabato è portare a casa l'intera posta in palio e dobbiamo concentrarci sulla Carrarese. Per noi la finale è la Carrarese".

Quanto sarà importante la spinta del pubblico sabato?
"Il pubblico sarà fondamentale. Per raggiungere questo obiettivo c’è bisogno di tutte le componenti. Giochiamo in casa e il pubblico sarà importantissimo. L'obiettivo lo dobbiamo raggiungere tutti insieme. Siamo un'unica, grande famiglia e dobbiamo uscirne da famiglia".