ESCLUSIVA TE - Poli: "La salvezza prima di ogni altro pensiero"

11.10.2019 20:10 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TE - Poli: "La salvezza prima di ogni altro pensiero"

Arrivato in un reparto collaudato, Fabrizio Poli è andato ad incrementare il tasso tecnico e di esperienza nella difesa di Roberto Boscaglia. Un dardo in più in un arco già ricco che servirà in questo campionato lungo. "Ci sono tante partite - ha detto ai nostri taccuini il difensore biancoceleste arrivato in estate dal Carpi - e ci vuole una concorrenza sana che stimola a dare di più in allenamento e in partita per provare a mettere in difficoltà il mister".

Poli, come è stato il suo inserimento all’interno dello spogliatoio?
"L'inserimento è stato ottimo. Io conoscevo già qualcuno dei miei compagni di squadra come Crimi e Mancosu, con cui avevo già giocato a Carpi, gli altri invece li ho affrontati da avversari e il tutto ha agevolato la cosa. Ho trovato un gruppo solido nel quale si può star bene".

Non è facile ripartire da una nuova esperienza dopo i tanti anni trascorsi a Carpi.
"Carpi per me è più di una seconda casa. Vivo lì, mia moglie è di Carpi, è stata l'esperienza calcistica più importante per me. Sono stati nove anni di gioia e ovviamente qualche delusione come la retrocessione dalla A per un punto o l'ultimo anno che non è stato la conclusione desiderata. Ero desideroso di ripartire, ora sono contento qua".

Diciamo che Carpi e Chiavari sono due realtà molto simili. Sia come città che come modo di amministrare la società.
"Sono due realtà molto simili e che negli ultimi anni sono partite dal basso per arrivare in categorie superiori soprattutto con una solidità societaria non indifferente. Sono due città dove si può lavorare tranquilli e dove un calciatore può pensare ad allenarsi e a dare il meglio di sé".

Carpi ed Entella simili anche come dirigenza.
"Ho trovato una dirigenza affiatata, i direttori Matteazzi e Superbi lavorano qui da tantissimi anni e sanno come gestire questa società e una parte dei meriti è anche loro. Anche a livello dirigenziale non manca niente".

Siete partiti forte.
"La partenza è stata ottima, purtroppo nelle ultime gare non abbiamo portato a casa i tre punti. Abbiamo voglia di trovarli già dal prossimo match per cui ci stiamo preparando duramente".

Alla ripresa dalla pausa ci sarà il Trapani. Che gara sarà?
"Una gara difficilissima. Anche se è solamente l'ottava giornata possiamo considerarlo uno scontro per la salvezza. Loro hanno bisogno di far punti, la sconfitta contro la Juve Stabia non l'hanno presa bene e, giustamente, verranno qua agguerriti per portare a casa i tre punti. Noi, dal canto nostro, faremo di tutto per prenderli noi".

Ci sono tanti giovani in gruppo. Come si sono approcciati con i calciatori, come lei, più esperti?
"Ci sono tanti ragazzi giovani dal '97 al '98 fino al '99. Li vedo però con tanta voglia di apprendere e cogliere i consigli dei più esperti. C'è tanta voglia di migliorare".

Com’è mister Boscaglia?
"Prepara molto bene partite. Per la Serie B è un veterano, sa come approcciare le partite e, ripeto, le prepara bene. A livello emotivo poi trasmette tanto".

L'obiettivo stagionale?
"Il mantenimento categoria prima di ogni altro pensiero".