ESCLUSIVA TE - Superbi: "Soddisfatti di quanto fatto fin qui. E sul mercato..."

14.11.2019 19:50 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA TE - Superbi: "Soddisfatti di quanto fatto fin qui. E sul mercato..."

Un quarto di campionato se n'è andato. I bilanci sono ancora lontani però un primo prospetto della stagione può essere tracciato, in attesa del mercato di gennaio che è all'orizzonte. "Arriviamo a questa sosta con il rammarico di non aver vinto la gara di sabato - ha esordito ai nostri taccuini il direttore sportivo biancoceleste Matteo Superbi - perchè era un risultato ampiamente meritato per quanto fatto vedere in campo. Chiudere la gara con il pari non ha reso merito ai ragazzi del prodotto sul campo e andare alla sosta con 18 punti anzi che 16 avrebbe dato maggior risalto alla nostra posizione di classifica. Però siamo soddisfatti del percorso perchè siamo quattro punti fuori dai playout e due fuori dai playoff, anche se noi dobbiamo vedere alla prima situazione perchè l'obiettivo è il mantenimento della categoria".

Pochi gol realizzati?
"Ho parlato con i ragazzi in questi giorni. Bisogna continuare a credere su quanto stiamo facendo perchè il problema grosso è quando non si creano le occasioni. Noi ne abbiamo create tante, su certe occasioni certo possiamo migliorare, ma non siamo stati neanche troppo fortunati. Ci saranno momenti in cui tutte le occasioni si andranno a concretizzare di più di quanto non accaduto ora. Penso sia un periodo così e penso vada vissuto nel modo giusto cercando di migliorarsi come si deve sempre ma anche cercando di avere fiducia, lavorando e non perdendo di vista gli obiettivi".

Sono tanti i giovani lanciati: quest’anno è toccato a Bonini.
"E' un po' la nostra missione. Investiamo tantissimo nel settore giovanile. E' un lavoro che parte da lontano, dai mister e dai dirigenti del settore giovanile. Per una squadra come la nostra avere uno, due giocatori per fare poi mercato è motivo di soddisfazione per tutto il movimento. Sono passati tanti ragazzi in questi ultimi anni, da Zaniolo a Vianni passando per Keita, e penso che le squadre più importanti vedano in noi dell'Entella come una società che lavora nel modo giusto sui giovani. Sicuramente Bonini è il giocatore maggiormente in risalto perché ci sono solamente ragazzi nati dopo il 2000 che hanno giocato almeno un minuto in B e lui è quello che ne ha giocati di tutti, 200 in totale, in un ruolo poi difficile come il difensore centrale. Lui deve continuare a lavorare, continuare a rimanere con i piedi per terra".

Tra i giovani che stanno lasciando il segno c’è Sala, anche se non è di proprietà dell'Entella.
"Sala purtroppo non è di nostra proprietà, ma del Sassuolo. Sta facendo molto bene, è arrivato a conquistarsi il ruolo nell'Under 21 e penso che se continuerà a mantenere la testa sul collo e lavorare in questa maniera, con voglia di migliorarsi, è giocatore che vedremo in Serie A".

Fra i "vecchietti" c’è Schenetti che sta lasciando il segno mentre De Luca si è focalizzato sull’obiettivo al suo ritorno dal Cluj.
"Schenetti sta tenendo fede a quanto ci aspettavamo. E' un giocatore che la società ha deciso di comprare perchè lo vedevamo perfetto per il ruolo di trequartista. Siamo contenti di quanto sta facendo Andrea, si è calato benissimo nella nostra realtà e ha fatto molto bene sia da trequartista che da mezzala. Per questa squadra è molto importante, sia a livello di assist, sia di forza come giocatore sia realizzativa. Sta confermando quanto di buono ci aspettavamo. Per quanto riguarda De Luca, devo dire che è stato molto bravo mister Boscaglia perchè gli ha dato subito grande fiducia. Giuseppe ha capito che veniva da un periodo negativo e l'unica cosa da fare era mettersi a lavorare con concentrazione perchè stava buttando via un po' di occasioni ma devo dire che abbiamo ritrovato un giocatore importante per la B perchè è veloce e dotato di ottima tecnica, oltre ad una buona qualità realizzativa. E' un giocatore importante".

Per il mercato di gennaio è presto, però cosa può mancare alla squadra?
"Stiamo ragionando col mister. Adesso è ancora presto poiché mancano ancora sette partite. Logicamente qualcosa andremo a fare per migliorare la rosa ma penso che faremo più uscite che entrate perchè la promozione dell'anno scorso ha fatto sì che avessimo una rosa molto più ampia di quanto abbiamo avuto in passato. Cercheremo di mettere dentro qualche giocatore mirato in ruoli ben precisi e cercheremo di fare qualche uscita in più".