ESCLUSIVA TE - Toscano: "Consapevoli che ne saremmo usciti dalle difficoltà"

20.12.2019 12:22 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TE - Toscano: "Consapevoli che ne saremmo usciti dalle difficoltà"

"Come ho già detto, il primo gol in qualunque categoria è un’emozione unica. Se poi si pensa che questo è il primo gol in B e che ha chiuso una partita complicata è ancora più bello". Non usa giri di parola Marco Toscano. Il centrocampista biancoceleste ha ricordato ai nostri taccuini la prima rete in cadetteria, arrivata all'Arena Garibaldi nel match contro il Pisa. "Ora però bisogna andare avanti", taglia corto il centrocampista biancoceleste che sta trovando sempre più spazio nella scacchiera di Roberto Boscaglia.

La squadra adesso sta viaggiando a mille con tre successi di fila porta inviolata. Quanto sono state importanti le vittorie per il morale?
"Più che le vittorie è stato importante l’atteggiamento nei momenti più difficili. La squadra ha sempre reagito bene, il gruppo è solido e unito. Eravamo consapevoli del fatto che da quel momento ne saremmo usciti. Ora dobbiamo continuare a lavorare perchè non è un caso quando risultati arrivano, ma è il frutto del lavoro e della costanza perciò dobbiamo continuare così. In Serie B non ci regala niente nessuno".

Come è stato il tuo inserimento nel gruppo?
"Mi hanno accolto bene tutti. Io mi sento come se fossi già da due, tre anni. Ripeto, sono stato accolto bene, mi sono sentito parte integrate del gruppo da subito. Ci sono ragazzi splendidi, ho un ottimo rapporto con tutti. Non sarà difficile inserirsi in questo gruppo per chiunque verrà. Ci sono ragazzi splendidi".

Come è stato l’ambientamento in una nuova realtà?
"E' una realtà diversa rispetto a dove sono cresciuto. Tutto ciò mi è servito per aprire la mia mentalità di vedere come funziona qua, è tutto di guadagnato".

L'impatto con la Serie B?
"Ovviamente quando sali in ogni categoria è sempre tutto più difficile, ma ti dico la verità non sto sentendo il salto di categoria. Io penso solo a lavorare e a dare il massimo".

C’è un compagno di squadra che ti dà più consigli?
"Non voglio fare nomi in particolare, ma tutti mi hanno dato qualcosa. Ripeto siamo un grande gruppo".

Quanto è stato importante mister Boscaglia?
"
Lui fin da subito, avendo allenato il Trapani ed essendo poi siciliano come me, conosce la nostra mentalità e come ragioniamo. Mi ha spiegato tante cose".

Adesso ci sarà una partita importante contro il Perugia?
"La fiducia dentro di noi non manca mai. Affrontiamo una partita difficile come quella contro il Perugia. Ogni partita la affrontiamo con fiducia, elemento che non è mai mancato anche nelle sconfitte".

Dopo ci sarà il derby e la sfida contro il Cittadella. Gare importanti per chiudere l’anno?
"C'è questo ciclo di gare importanti ma la prima è il Perugia e pensiamo una partita alla volta tenendo l'atteggiamento nelle ultime gare".