ESCLUSIVA TE - Tremolada: "Abbiamo ampi margini di miglioramento, in casa dobbiamo alzare i ritmi"

20.12.2016 18:55 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TE - Tremolada: "Abbiamo ampi margini di miglioramento, in casa dobbiamo alzare i ritmi"

Imprevedibilità, rapidità e precisione nella conclusione. Sono solo alcune delle qualità di Luca Tremolada. Per fare il punto della situazione in casa dei Diavoli Neri, TuttoEntella.com ha avuto il piacere di contattatare in esclusiva il talentuoso trequartista biancoceleste.

Tremolada, innanzitutto un bilancio di questa prima esperienza in biancoceleste.
"A livello personale molto bene. Prima che arrivassi qua mi avevano descritto l'Entella come una società con valori, come se fosse una famiglia. Devo dire che è stato proprio così, sono riuscito ad integrarmi bene. Sono contento del gruppo, mentre per quanto riguarda i risultati sul campo si può fare di più. Per fortuna io sto meglio dopo l'infortunio di inizio stagione, sto recuperando e ieri è andata meglio rispetto alle partite precedenti. C'è da lavorare, ma sono sicuro che possiamo uscire da questo momento non positivo. Non è una situazione tragica, per carità, però possiamo fare di più. C'è solo da lavorare e poi i risultati arriveranno. Purtroppo il calcio è così".

Ieri è arrivata una sconfitta col Verona.
"E' stato un peccato perchè nel primo tempo abbiamo letto bene la partita. Il Verona è vero che attaccava di più, ma noi eravamo compatti e non gli abbiamo dato la possibilità di farci male. Nel secondo tempo siamo partiti bene, soprattutto nei primi 25 minuti in cui loro erano un po' in difficoltà. Purtroppo c'è stato l'errore di Moscati, ma capita. Sbagliano tutti, può capitare, ma siamo comunque riusciti a tenere testa ad una squadra forte".

Eppure siete andati vicinissimi al colpaccio ad inizio ripresa. Ci sono più rimpianti o comunque più consapevolezza nei propri mezzi?
"Ieri sì, ma i veri rimpianti sono le due partite in casa contro Spezia e Trapani dove potevano esserci quattro punti in più. Ieri per come si era messo il secondo tempo meritavamo il punto, ma dobbiamo vedere i lati positivi limando quelli negativi. Il girone è quasi finito e noi non siamo mai stati messi sotto da nessuna squadra, quindi vuol dire che i valori tecnici e morali ne abbiamo. Bisogna vedere dove possiamo migliorare. Forse ci manca un po' di personalità e quella nel calcio fa la differenza".

La prossima gara è da vincere per tre motivi: il ritorno al successo, chiudere in bellezza il 2016 davanti al proprio pubblico e rimanere imbattuti in casa nell'anno solare.
"Sono tutti propositi giustissimi, ma noi scenderemo in campo per cercare di vincere per tornare a sorridere un po' e trovare quella leggerezza che forse manca. Ma noi sappiamo che se facciam le cose giuste cerchiamo di vincere, poi il calcio è strano. Noi in casa dobbiamo alzare i ritmi. L'obiettivo è fare bottino pieno in queste due gare, poi raccoglieremo quanto seminiamo".

Che Novara si aspetta?
"Sarà un'altra bella battaglia, un'altra squadra che gioca a calcio, ma noi siamo bravi a trovare gli spazi e le ripartenze. Son convinto che faremo una grande partita. Siamo in crescita, dobbiamo solo lavorare a cercare di essere tranquilli perchè basta un niente per capovolgere una stagione. Serve solo stare tranquilli e migliorare sotto il piano della personalità".

Quanto manca a questa squadra il gol di Caputo?
"Ciccio le occasioni le ha sempre. Poi è normale che è il nostro punto di riferimento. Quando fa gol lui è tutto più facile, quando fa gol ti trascina. Ma oltre le reti fa movimenti che giovano alla squadra, il gol arriverà di sicuro".

Obiettivi personali e di squadra nell'anno che verrà.
"Non dobbiamo pensare tanto a obiettivi di classifica, ma vincere ogni partita. Poi ad aprile tireremo le righe e sarà quello che sarà. Il nostro obiettivo è quello di cercare di migliorare perchè abbiamo tanti margini. A livello personale devo fare qualcosa in più. Ora le mie condizioni sono più normali dopo l'infortunio, ma posso fare di più che tre gol e sette assist. Voglio cercare di essere determinante in ogni partita. Che giochi dall'inizio o che entri a partita in corso non è importante".

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM