ESCLUSIVA TE - Tremolada: "Stiamo lavorando bene. Anno della svolta? Deve esserlo per me"

23.07.2016 10:00 di Andrea Diamante  articolo letto 304 volte
ESCLUSIVA TE - Tremolada: "Stiamo lavorando bene. Anno della svolta? Deve esserlo per me"

Nella giornata di ieri si é tenuta la prima gara amichevole contro il Monte Baldo in cui per la prima volta sono scesi in campo anche i nuovi innesti. Tra questi il trequartista ex Arezzo Luca Tremolada, a segno con un doppietta, al debutto ed una buona alchimia coi compagni. TuttoEntella.com ha avuto il piacere di intervistare in esclusiva il giocatore ed interrogarlo su questi primi periodi in biancoceleste.

Ieri prima sgambata stagionale, come valuti questa prova? "Sono contento perché siamo arrivati alla fine della partita anche se siamo veramente stanchi, veramente cotti. Devo dire che stiamo lavorando bene, si vede che stiamo mettendo benzina, quindi era importante arrivare col fiato corto in queste prime uscite. L'intesa coi compagni ci vorrà un pò prima che riesca a trovarla, però é normale. Loro giocano insieme da qualche anno, io sono appena arrivato, però devo dire che va bene soprattutto coi consigli dei più esperti".

La doppietta messa a segno in amichevole dimostra però già un buon feeling coi compagni. "I ragazzi sono stati stupendi nel farmi integrare subito bene. Naturalmente devo entrare un attimo nella mentalità del mister e della squadra, ma soprattutto dei ritmi che in B sono diversi rispetto alla Lega Pro. Stiamo lavorando bene, saremo pronti per le partite ufficiali".

Te sei il primo nuovo acquisto biancoceleste, così come lo é pure mister Breda. Come giudichi il suo operato in questo breve tempo? "Una persona molto disponibile, aperta al dialogo con i calciatori che per me é una cosa importante. Insomma dice quello che pensa e cerca di aiutarti in ogni situazione di gioco, questo per noi é un vantaggio soprattutto per me che sono arrivato da poco ma anche gli altri per entrare nella sua mentalità. Cerca di farti capire che quello che vuole da te é importante, persona disponibillisima ed é un piacere lavorare con lui".

Dove può arrivare l'Entella in questa stagione e con te in insieme? "Io sono pro per il progetto di valorizzare i giovani o anche giocatori di qualità che possano esprimerla bene. Io qualche treno l'ho perso sia per colpa mia, sia per sfiga. Ora non sto ad entrare nei particolari, comuqnue questo fa capire che sui su gruppo. per valorizzare elementì di qualità secondo  me si può fare bene. L'Entella si é migliorata di anno inanno. Speriamo possa farlo anche quest'anno perché é possibile che faremo un grande campionato".

Tanta sfortuna nella tua carriera, ma potrebbe esere l'anno della svolta. "Deve esserlo per me, é imperativo. I miei anni di B sono stati un pò sfortunati, mi sono fatto male. mi sono operato. Per me questo é un anno importante e non voglio lasciarmelo  scappare, a livello personale e a livello di squadra. Vedo un gruppo stupendo, non pensavo perché visto da fuori sempre dici che é un gruppo nuovo, invece questa é come mi avevano detto una famiglia, davvero mi sto integrando bene, dai dirigent, alla staff , ai massaggiatori, a tutto":

Chi del guppo ti ha aiutato più di tutti ad aggregarti? "Nello spogliatoio dove sono io, ci sono Cutolo, con Palermo. con Ceccarelli, mi stanno un pò aiutando. Poi i compagni di reparto, Jadid e Troiano, che mi dicono sopratttuto come giocare. Sono tutti disponibili, dai vecchi ai giovani".

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOENTELLA.COM