Tanti, troppi errori ma adesso ripartire è la parola d'ordine

Giornalista Pubblicista, collabora con Tuttomercatoweb.com e RMC Sport. Direttore di TuttoEntella.com, fondato il 7 giugno 2014
04.06.2018 14:05 di Andrea Piras Twitter:   articolo letto 155 volte
Tanti, troppi errori ma adesso ripartire è la parola d'ordine

Cinque giorni che la B è sfumata. Il sogno di mantenere la categoria è terminato in una notte afosa ad Ascoli. Il traguardo era lì ad un passo ma purtroppo sfuggito via nella maniera più dolorosa. Si è chiusa così una stagione strana, ricca di ribaltamenti di scena con l'ottovolante delle emozioni che non si è fermato un attimo.

Risultati esaltanti, come il successo sulla Pro Vercelli oppure la vittoria di Novara all'ultimo istante, si sono alternati a, purtroppo troppi, scivoloni che hanno risucchiato i chiavaresi nelle zone basse della classifica. Partenze ad handicap frequenti e il pallone che non voleva entrare. Dall'altra parte invece rimonte importanti che hanno comunque dimostrato che la squadra è sempre stata viva dal punto di vista nervoso.

Fa male vedere la delusione sul volto di un condottiero come Gennaro Volpe, chiamato a salvare la barca nel finale. La bandiera non è mai stata ammainata da parte del capitano e da parte di Andrea Paroni, autore di un bel finale di stagione. Adesso ci si dovrà rialzare subito perchè la C con la nuova formula non sarà per niente facile.

Il primo tassello da sistemare sarà la panchina con Volpe che avrà un incarico nel settore giovanile. Poi la squadra. Ripartire dai giocatori cardine e da chi dimostrerà sul campo, e non a parole, di credere seriamente e fermamente nel progetto Entella. Rialzarsi tutti insieme per ricostruire di nuovo qualcosa di importante.