La Roma cala il poker (4-0) ma è comunque festa all'Olimpico

14.01.2019 23:08 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
La Roma cala il poker (4-0) ma è comunque festa all'Olimpico

Finisce l’avventura in Coppa Italia dell’Entella e finisce in una cornice straordinaria come lo stadio Olimpico. A fare festa per il risultato è la Roma che si è imposta 4-0 sulla squadra di Boscaglia, ma i Diavoli Neri hanno comunque lottato con il cuore cedendo alla superiorità tecnica dei giallorossi.

IN CAMPO LA FORMAZIONE MIGLIORE - Mister Boscaglia schiera la miglior formazione possibile. A centrocampo ci sono Eramo, Paolucci e Nizzetto con Adorjan alle spalle di Caturano e Mota Carvalho. In difesa davanti a Paroni spazio al quartetto formato da Belli, Pellizzer, Baroni e Crialese.

APRE SCHICK, CHIUDE MARCANO - Neanche 30 secondi sul cronometro e la squadra di casa trova il vantaggio con un colpo di tacco di Schick che non lascia scampo a Paroni su cross di Under. Al 13’ ancora Roma in avanti con un diagonale di Cristante che si perde di poco sul fondo. I Diavoli Neri però reagiscono e al 17’ Eramo approfitta di un pallone non trattenuto da Olsen su conclusione di Nizzetto ma trova l’opposizione dell’estremo difensore svedese. Al 26’ Marcano trova il colpo di testa su assist di Kolarov ma l’assistente segnala una posizione irregolare. Prima del riposo la doccia fredda sempre con il difensore della Roma protagonista, abile ad agganciare un assist di Schick e a battere Paroni.

SUBITO IL TRIS DI PASTORE - La ripresa si apre con il tris dei padroni di casa ancora con Schick. L’ex Samp riceve un assist di Kluivert e realizza la sua doppietta personale. La Roma adesso è in pieno controllo del match anche se al 50' viene annullato un gol a Mancosu. Al 52’ Pastore riceve da Kluivert ma trova l’opposizione di Paroni. I giallorossi attaccano a testa bassa e Paroni si deve opporre ancora su Schick, Kluivert, Under e ancora su Schick. Il portierone biancoceleste nulla può sul tocco ravvicinato di Pastore alla mezzora della ripresa che vale il 4-0. Nel finale i chiavaresi sfiorano il gol della bandiera, che sarebbe stato meritato, con Icardi e Nizzetto ma Olsen si oppone.