Gli esempi di Belli a Diaw: quando il doppio salto dalla D alla B non è un problema

23.06.2019 14:57 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
Gli esempi di Belli a Diaw: quando il doppio salto dalla D alla B non è un problema

Il mercato non è ancora iniziato ufficialmente ma l'Entella è pronta a concludere alcune operazioni. Nei giorni passati si è parlato molto di un doppio colpo proveniente dalla D con gli ingaggi prossimi di Manuel Cicconi dal Como e di Luca Pandolfi dal Castrovillari. Non è la prima volta che il club di via Gastaldi va a caccia di occasioni in quarta serie andando a pescare elementi che possano essere lanciati in Serie B e di conseguenza valorizzati.

Dalla Pistoiese nel 2014 arrivò Belli - Il primo a fare il doppio salto è stato Francesco Belli. Dopo aver effettuato il settore giovanile della Fiorentina, il terzino passò alla Pistoiese in Serie D e dopo due anni arrivò alla corte di Luca Prina come vice Iacoponi. In biancoceleste ha collezionato 110 presenze in cadetteria e 34 nella passata stagione in C dove ha trovato anche i primi due gol chiavaresi. Ora il suo destino sembra lontano dall'Entella, con il Pisa in pole.

Diaw nell'estate 2015 - L'estate successiva è la volta di Davide Diaw. L'attaccante arrivo dal Tamai, anch'esso in Serie D, dove ha realizzato 13 reti in 27 presenze. In biancoceleste sono arrivati 9 gol, fra B e i primi sei mesi di C, in 53 presenze complessive prima di passare al Cittadella. In granata invece Diaw ha accarezzato il sogno della promozione in A venendo sconfitto all'ultima curva dei playoff dal Verona.