Il mancino giusto dal quale ripartire: la prima stagione in biancoceleste di Luca Tremolada

21.05.2017 16:00 di Andrea Diamante  articolo letto 114 volte
Il mancino giusto dal quale ripartire: la prima stagione in biancoceleste di Luca Tremolada

Luci ed ombre, non tanto per le prestazioni ma quanto per la condizione fisica, così potrebbe essere definita la prima stagione in biancoceleste di Luca Tremolada. Il fantasista scuola Inter si é presentato a Chiavari con il compito di alzare il tasso tecnico e dare il largo alle manovre offensive, innescando la coppia d'attacco.
La sua avventura inizia da subito con ottime prestazioni, condite dal primo assist in favore di Masucci alla seconda giornata e dal suo primo gol alla 7a giornata contro il Vicenza proprio davanti al pubblico del "Comunale". A questa fase succede un altra nella quale viene spesso alternato ad Ammari per caratteristiche diverse, ma soprattutto per i primi problemi fisici. L'ex Arezzo accusa un continuo fastidio al ginocchio che ne condiziona le prestazioni, che con il passare delle giornate subiscono un calo per la squadra stessa. Il suo mancino é in ogni caso sempre affilato e spesso risulta tra i più pericolosi e pimpanti anche nelle difficoltà, dimostrando proprio nell'ultima giornata contro il Cittadella quelle doti che catturarono l'attenzione della società. Il suo bottino stagionale si chiude con 5 reti all'attivo ma soprattutto ben dieci assist che ne denotano l'importanza nello scacchiere dei diavoli neri. Dunque pur con qual che frenata non si può che promuovere l'annata del numero 14, certi che nella programmazione del nuovo anno si dovrà partire anche da lui.