Senza parole

10.06.2019 15:00 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
Senza parole

Sono davvero poche le parole per descrivere la stagione dell’Entella. Straordinaria, fenomenale, storica. Per come era iniziata era difficile pronosticare un finale così esaltante con la prima squadra che, costretta a giocare una partita ogni tre giorni da novembre a maggio, ha staccato il pass per il prossimo campionato di Serie B dimostrando di essere la più forte nel girone - e lo ha confermato la promozione del Pisa ai playoff in attesa del Piacenza - più difficile. I ragazzi di Boscaglia sono stati superiori a tutto e a tutti dal punto di vista tecnico ma anche mentale in quanto non è per niente facile gestire una situazione del genere.

Doppia impresa - Stesso discorso va fatto per la formazione Berretti che, di rimbalzo, ha vissuto la stessa incertezza della prima squadra. Se fosse stata Serie B i ragazzi di Castorina avrebbero affrontato il torneo Primavera, viceversa - come è stato - il torneo “Dante Berretti”. Nonostante questo i Diavoletti sono stati capaci, con carattere, orgoglio e qualità, di compiere una vera impresa dimostrando non mollare mai - non a caso i successi in semifinale e in finale sono arrivati nei minuti di recupero - e mettendo in bacheca altri due trofei e impreziosendo la primavera chiavarese. Due grandi imprese. Da lasciare senza parole.