Lo Monaco risponde all'Entella: "Il consiglio federale ancora non si è pronunciato, deve aspettare il giorno 15 il consiglio di stato"

06.11.2018 14:06 di Redazione TuttoEntella Twitter:   articolo letto 296 volte
Fonte: Tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lo Monaco risponde all'Entella: "Il consiglio federale ancora non si è pronunciato, deve aspettare il giorno 15 il consiglio di stato"

L'amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco ha parlato a margine dell'assemblea elettiva in Lega Pro, soffermandosi anche sull'Entella:

"La presenza di tutte le componenti del calcio è importante per questa assemblea, mancano solo Lega A e B... una dimenticanza. Questo dimostra l'importanza del nuovo corso, quanta voglia di unità di intenti ci sia, e anche oggi è importante mostrarsi compatti, intendo anche nella votazione. Al futuro eletto dico che si, la strada maestra è stata tracciata, da Gravina, ora seguiamola e andiamo avanti affinché la C abbia il ruolo che le compete e una sopravvivenza agibile. Vorrei anche rispondere all'Entella: i conflitti di interesse non mi piacciono, il consiglio federale ancora non si è pronunciato, deve aspettare il giorno 15 il consiglio di stato. Poi è vero che c'è stato un sopruso che ha permesso a una lega di dettare legge, ma che è una lega che ha perso interesse. Il rispetto delle regole poi ci sarà, la Figc è tenuta a farlo: ma c'è il discorso della riforma dei campionati, che non può riguardare una sola lega ma il contesto generale di tutte le componenti. Senza la base non esiste la piramide, e il lavoro deve rendere solida la base. Io dico che le riforme possano anche essere anticipare, allora si sarà raggiunto l'obiettivo del nuovo corso. Ma prima aspettiamo il consiglio di stato".