Premio internazionale Fair play Menarini: riconoscimento per la Lega di B

06.07.2019 17:16 di Redazione TuttoEntella Twitter:    Vedi letture
Fonte: legab.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Premio internazionale Fair play Menarini: riconoscimento per la Lega di B

Un riconoscimento per le numerose attività solidali e per l’attenzione verso il Terzo settore. Questa la motivazione che ha portato in serata sul prestigioso palco di Castiglione Fiorentino il presidente della Lega B Mauro Balata a ricevere il XXIII premio internazionale Fair play Menarini categoria Fair play e Solidarietà. Ponte Morandi, l’alluvione del Pollino, la sensibilizzazione contro la violenza alle donne, le squadre for special, il progetto con gli ospedali pediatrici B come Bambini sono solo alcune delle attività portate avanti dalla Lega in questo ultimo anno: ‘Questo premio che ritiro in nome delle società della Lega B – ha detto Balata all’atto di ricevere il premio – significa che siamo vicini ai territori e agli appassionati del nostro calcio che sono tanti’.

Teatro del galà di premiazione sarà, per il settimo anno consecutivo, il Loggiato di Giorgio Vasari (piazza del Municipio, Castiglion Fiorentino) che ha ospitato i big dello sport mondiale, pronti a condividere con il pubblico successi agonistici e storie di grande umanità. Dopo l’ottimo riscontro ottenuto nei primi due giorni di iniziative, il Premio Fair Play-Menarini ha inoltre ricevuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio e quello del Sottosegretario di Stato con delega allo sport.

Spiega Angelo Morelli, presidente del Comitato organizzatore:  ‘Poter vivere, anche se per poche ore, a stretto contatto con dei campioni di così grande spessore ci arricchisce molto, soprattutto dal punto di vista umano e valoriale. Quando abbiamo dato alla luce questa idea nel lontano 1997, siamo stati considerati dei visionari; oggi invece il termine fair play è fortunatamente un vocabolo di uso comune e viene impiegato non soltanto nel mondo dello sport, ma anche nel campo dell’imprenditoria e, se vogliamo, nella vita di tutti i giorni. Gli sportivi di alto livello hanno dunque una responsabilità che va ben oltre l’onorare la maglia che indossano, il club in cui militano o la nazione che rappresentano: agli occhi delle giovani generazioni, essi incarnano lo spirito e l’essenza stessa dello sport.”

La conduzione della serata ha visto nuovamente al timone la coppia formata dal giornalista Lorenzo Dallari e dall’ex pallavolista Rachele Sangiuliano. Trasmessa in diretta su SportItalia, la cerimonia ha visto al centro della scena i protagonisti dell’edizione 2019. Oltre all’ex calciatore brasiliano Zico, all’atleta Gabriela Szabo e all’ex cestista bulgaro Georgi Glushkov, a Castiglion Fiorentino un simbolo della pallacanestro italiana come Antonello Riva (premio “Carriera nel fair play”), quindi l’ex responsabile medico della Nazionale Italiana di calcio Enrico Castellacci (categoria “Fair play e salute”) e la campionessa mondiale di motocross Kiara Fontanesi (premio “Fair play e ambiente”). L’atleta “Modello per i giovani” di questo 2019 è invece la ventinovenne Federica Brignone, considerata oggi una delle atlete di punta dell’attuale Nazionale italiana di sci alpino, mentre a ricevere la targa “Sport e vita” è stato anche l’ex calciatore bianconero Franco Causio. E se i “Personaggio mito” di quest’anno sono l’ex ginnasta russa Svetlana Khorkina e l’ex pallanuotista Gianni De Magistris, il premio giornalistico “Narrare le emozioni” è spettato al direttore del Corriere dello Sport Ivan Zazzaroni. Non sono mancati inoltre il riconoscimento “Valori sociali nello sport” assegnato al Comitato Olimpico Sammarinese, e la categoria “Promozione dello sport” con la campionessa di biathlon Dorothea Wierer. A rappresentare il territorio aretino, è stato invece il ciclista castiglionese Daniele Bennati, ambasciatore nella sezione “Fair play modello di vita”. Due infine i premi speciali assegnati: “Studio e sport” promosso in collaborazione con il Centro sportivo delle Fiamme Gialle e vinto dalla giovane nuotatrice Caterina Ceccarelli, e il premio “Sustenium Energia e cuore” che, quest’anno, porta il nome di Andrea Giani, uno dei più grandi pallavolisti di tutti i tempi.