L'Entella baby sfiora l'incredibile remuntada: al Comunale passa (3-4) la Carrarese

30.01.2019 16:34 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
L'Entella baby sfiora l'incredibile remuntada: al Comunale passa (3-4) la Carrarese

Emozioni a non finire al Comunale. I Diavoli Neri salutano la Coppa Italia di Serie C perdendo 4-3 contro la Carrarese ma rischiando l'incredibile rimonta che avrebbe consegnato ancora una volta la squadra biancoceleste, sotto 4-0 all'intervallo, alla storia. Alla fine è la formazione di Baldini a festeggiare il passaggio del turno a i ragazzi di Boscaglia hanno mostrato grande cuore.

TANTI GIOVANI DELLA BERRETTI IN CAMPO - Mister Boscaglia tiene a riposo tanti quasi tutti i titolari con il tecnico biancoceleste che si affida a tanti ragazzi della Berretti di Gianpaolo Castorina. Spazio dunque a Siaulys, Reale, Bonini, Nardella, Brunoni e Andreis insieme a Di Cosmo, Puntoriere, Martinho, De Rigo e Petrovic.

POKER TOSCANO ALL'INTERVALLO - L'avvio è shock per la squadra di casa con la Carrarese che si porta in vantaggio dopo appena sette minuti con una conclusione vincente di Valente. Otto minuti più tardi Cardoselli innesca Biaschi che da buona posizione fulmina Siaulys per il raddoppio. La squadra di Baldini continua a creare pericoli alla porta biancoceleste e Latte Lath al 22' coglie il palo dopo una deviazione della retroguardia dell'Entella. Il tris arriva alla mezzora con un colpo di testa di Piscopo mentre prima del riposo Biasci firma la sua personale doppietta.

RIMONTA SFIORATA - La ripresa si apre con una conclusione di Puntoriere che riceve da Martinho ma il suo destro si perde sopra la traversa. Al 57' Bentivegna entra in area in seguito ad un contropiede ma la sua conclusione viene deviata in corner da Siaulys. Al 77' Martinho conclude dalla distanza ma Mazzini devia in corner. All'81' Vianni trova il gol del 4-1 con un tiro ravvicinato e sessanta secondi più tardi Di Cosmo assottiglia il divario nel punteggio. All'84' ancora l'attaccante del 2001 Vianni trova la sua doppietta personale e la rete che riapre la sfida. La remuntada incredibile è però solo accarezzata: al 94' Petrovic si fa trovare al posto giusto, al momento giusto ma Mazzini compie un grande intervento e salva il risultato.