Troiano: "La valutazione della stagione deve essere globale e non può fermarsi a quello che s'è visto in questo ultimo mese"

 di Redazione TuttoEntella Twitter:   articolo letto 141 volte
Troiano: "La valutazione della stagione deve essere globale e non può fermarsi a quello che s'è visto in questo ultimo mese"

Prosegue il momento no dei biancocelesti. Il finale di campionato decisamente negativo rischia di cancellare quanto di buono fatto nella prima parte, senza dimenticare la salvezza ottenuta con grande anticipo. E' questo il pensiero di capitan Michele Troiano che, ai taccuini dell'edizione Levante de Il Secolo XIX, ha espresso questo concetto:

"Il brutto di questo finale di campionato è proprio questo. Nella memoria dei tifosi o dei semplici appassionati rimangono le sconfitte e le ultime prestazioni, ma la valutazione deve essere globale e non può fermarsi a quello che s'è visto in questo ultimo mese. Sarebbe un giudizio troppo superficiale e sommario, che non renderebbe giustizia ad un gruppo che ha fatto complessivamente bene. La valutazione dell'Entella deve partire dal 15 luglio dello scorso anno e in quest'ottica devono essere considerati i miglioramenti dei calciatori, i progressi dei giovani che sono evidenti e una salvezza che è arrivata con larghissimo anticipo".