ESCLUSIVA TE - Brescianini: "Chiavari città accogliente, siamo concentrati sulla salvezza"

23.09.2020 10:10 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TE - Brescianini: "Chiavari città accogliente, siamo concentrati sulla salvezza"

Prima esperienza lontano dal Milan per Marco Brescianini. Acquisto biancoceleste del mercato estivo, il centrocampista è pronto per la sua nuova avventura che inizierà sabato prossimo in quel di Cosenza: "Mi sono trovato veramente bene - ha detto il giocatore ai nostri taccuini -. All'inizio, uscendo per la prima volta dal Milan per la prima volta, pensavo che l’ambientamento fosse difficile ma i compagni invece sono stati bravi, mi hanno integrato subito fin dal primo momento rendendomi parte del gruppo. Inizio migliore non potevo immaginare".

E' la tua prima avventura in una squadra di professionisti. Cosa ti aspetti?
"Mi aspetto tanto anche se non sarà un campionato facile perchè è una Serie A2, con tante squadre che si contenderanno la promozione in A. Sarà difficile, sarà un anno dove spero di crescere soprattutto dal punto di vista delle partite e mostrare il mio valore".

Vieni descritto come centrocampista che può ricoprire più ruoli.
"In un centrocampo a tre gioco da mezzala, che poi è il mio ruolo. Giocare a destra o sinistra è indifferente. Mentre in un centrocampo a quattro vengo schierato nei due mediani".

Com'è mister Tedino?
"Lo conosco da pochissimo ma mi sembra una persona molto preparata però allo stesso tempo non mette pressione ai propri ragazzi".

Come valuti il precampionato con l'Entella?
"C'è da dire che abbiamo lavorato molto dal punto di vista atletico. E' stata una preparazione molto intensa ma è necessaria perchè abbiamo messo benzina nelle gambe. Speriamo di iniziare bene una lunga stagione".

Si parte con il Cosenza. Che gara ti aspetti?
"E' la prima giornata e poi in B, da come me ne hanno parlato i compagni è un campionato più fisico della A, ci saranno tanti contrasti e tanta battaglia sulle seconde palle. Sono convinto che l’atteggiamento farà la differenza".

Obiettivo stagionale e obiettivo personale?
"Quello di squadra è la salvezza, bisogna concentrarci prima sul mantenimento della categoria che è il traguardo principale. Pensando troppo in là si rischia di non concentrarci sull'obiettivo. Quello personale è di giocare più partite possibili e fare esperienza e aiutare la squadra diventando un giocatore completo e maturo".

A chi ti ispiri?
"In Serie A mi piace Milinkovic-Savic ma anche De Bruyne penso che a livello mondiale sia la mezzala più forte. Poi cerco sempre di tenere sott’occhio i centrocampisti del Milan perchè anche loro mi son sempre piaciuti da Calhanoglu, Kessie e Bennacer".

Com'è stato il tuo impatto con Chiavari?
"E' una città accogliente, piccola e molto tranquilla. Anche quello per la serenità di un giocatore conta".

Fra i compagni di squadra chi è che ti dà più consigli?
"Ci sono tanti giovani e veniamo aiutati da tutti i giocatori con più esperienza. Tutti danno consigli da Paolucci, Nizzetto, Paroni, Schenetti e Rodriguez. Sono tutte persone fantastiche e quindi sono molto contento di far parte di questo gruppo".