Occhiuzzi: "L'unica difficoltà è la classifica, cinque cambi fondamentali"

19.06.2020 19:00 di Redazione TuttoEntella Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Occhiuzzi: "L'unica difficoltà è la classifica, cinque cambi fondamentali"

Il tecnico del Cosenza Roberto Occhiuzzi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro i Diavoli Neri di domani alle 18:

"Prima di parlare di calcio voglio esprimere un pensiero nei confronti di tutti noi, di tutti gli italiani per il momento che abbiamo vissuto e che spero sia superato. Il calcio per me è una ragione di vita e spero ci dia quella forza in più per attraversare tutti insieme questa fase. L’emozione c’è - riporta TifoCosenza.it - è un nuovo esordio dopo quello da calciatore nel 1999 in Serie B. Una volta che sei in campo però la testa va al tuo lavoro, metti da parte le tensioni e le ansie. Non si può negare comunque che ci sia un po’ di emozione. Il patto con i ragazzi è quello di allenarsi giorno dopo giorno nel miglior modo possibile. E da parte mia mettere la squadra nelle condizioni migliori per mettersi in mostra e sudarsi questa maglia. Questa è la cosa più importante. Il mio lavoro è dar loro i mezzi giusti per poter dare il massimo la domenica. 

Difficoltà? L’unica è la classifica, ci dice che siamo in una posizione non ottimale. Ma ci sono dieci gare, inizia un campionato nuovo, me la gioco con queste dieci squadre da incontrare. Sarà un campionato contro di loro per conquistare più punti possibile. Alla fine tireremo le somme. Rivière e Asencio? Possono giocare assolutamente insieme. Utilizziamo un modulo che ci consente di avere tre attaccanti lì davanti. Chiaro che alcune situazioni vanno studiate bene ma ho la fortuna di avere venticinque giocatori che si stanno giocando una sana competizione nel miglior modo possibile. Sarà una scelta tra venticinque ragazzi motivati. I ragazzi saliti dalla Primavera sono arrivati per darci una mano e da parte nostra c’è anche attenzione nei loro confronti. Nel nostro settore giovanile si fa un ottimo lavoro da sempre. Il momento è delicato, non possono essere buttati nella mischia così. Sueva è forse quello più pronto ma ci sarà il momento giusto per tutti. 

I cinque cambi sono fondamentali, noi abbiamo una rosa ampia come detto. Avere questa scelta è prezioso, con questo caldo non si possono mantenere ritmi sempre alti e le sostituzioni aiutano a mantenere alti i ritmi della gara. L’equilibrio è ugualmente fondamentale. Bisogna fare la gara in possesso e non possesso palla, portando l’avversario a giocare dove vogliamo noi. I ragazzi non devono avvertire preoccupazioni, anzi devono scendere in campo senza pensarci. Devono essere consapevoli della situazione ma ho visto una grande voglia di giocarsi il posto, un segnale forte che mi hanno dato. Hanno entusiasmo nell’allenarsi e la voglia di soffrire insieme. Non posso negare che il sogno della panchina lo devo mettere da parte e mettere al primo posto l’obiettivo salvezza per il Cosenza. Servirà concentrazione alta partita dopo partita".