Said-Emmausso: il Cuneo batte (2-0) l'Entella

05.03.2019 16:31 di Andrea Piras Twitter:    Vedi letture
© foto di Marco Farinazzo/TuttoLegaPro.com
Said-Emmausso: il Cuneo batte (2-0) l'Entella

Battuta d’arresto per l’Entella che nel turno infrasettimanale cede il passo al Cuneo. Al “Fratelli Paschiero” la squadra di Scazzola conquista tre punti importanti nella corsa alla salvezza, malgrado i 23 punti di penalizzazione. Per i Diavoli Neri una sconfitta che lascia un po’ di amaro in bocca ma che deve essere subito metabolizzata in vista del prossimo impegno casalingo contro il Pontedera.

NUOVO MODULO PER BOSCAGLIA - Roberto Boscaglia deve far fronte ad un emergenza a centrocampo e cambia dunque modulo. Spazio al 4-2-3-1 con Paroni in porta, Belli e Migliorelli sulle corsie, Pellizzer e Baroni al centro. In mediana ci sono solo Eramo e Icardi con Di Cosmo, Iocolano e Currarino ad innescare l’unica punta che è Mancosu.

PALO BIANCOCELESTE E GOL DI SAID - Il match inizia con una super parata di Paroni su Said ma il gioco è fermo a causa di una posizione irregolare dello stesso centrocampista biancorosso. Al quarto d’ora ci prova Emmausso che si libera sulla corsia di sinistra ma la sua conclusione è a metà fra un tiro e un cross. Alla mezzora Eramo riceve da Mancosu e calcia con potenza verso la porta ma il pallone si stampa sul palo. Gol sbagliato, gol subito. La legge del calcio è implacabile e dieci minuti più tardi è Said che calcia al volo dalla distanza incastonando il pallone all’incrocio dei pali.

RADDOPPIA SUBITO EMMAUSSO - La ripresa si apre con il raddoppio del Cuneo con Bobb che recupera palla sulla destra e crossa verso Emmausso che da pochi passi fredda Paroni. Al 63’ i biancocelesti sfiorando il gol con un colpo di testa di Icardi su cross di Belli ma Cardelli si supera e devia in calcio d’angolo. Al 66’ i Diavoli Neri accorciano con Currarino ma il direttore di gara annulla per un probabile tocco di mano di un giocatore biancocelesti. Ci prova ancora il Cuneo a sei dalla finale ma Paroni allontana un pallone di Spizzichino. Sessanta secondi più tardi ci prova Arras ma la sua conclusione si perde abbondantemente sul fondo.